Tag Archivio per: Prevenzione Malattie

La nutrizione è la chiave per mantenere la salute orale e combattere le malattie croniche 

Patologie come le malattie cardiovascolari, i tumori, le affezioni respiratorie croniche, il diabete, i disturbi muscolo-scheletrici e le problematiche di salute mentale sottolineano un’allarmante realtà: rappresentano il 70% delle cause di morte a livello mondiale. In questo contesto, la nutrizione si pone come pilastro fondamentale per il benessere generale e orale, essenziale per l’assunzione di nutrienti vitali, la crescita e la riparazione dei tessuti.

Il cambiamento nelle abitudini alimentari rispetto al passato suscita preoccupazioni. Kristie Ebi, esperta di cambiamenti climatici e salute presso l’Università di Washington, riflette su come l’alimentazione dei nostri nonni fosse intrinsecamente più ricca e salutare rispetto a quella odierna. Nonostante frutta, verdura e cereali integrali siano riconosciuti come alimenti salutari, la loro capacità di fornire oggi quantità adeguate di nutrienti è messa in dubbio, esponendo a rischi di deficienze nutrizionali e malattie croniche.

Lo Sapevi Che… l’odontoiatra gioca un ruolo chiave nella nostra salute generale?

Attraverso la bocca, l’odontoiatra ha un punto di osservazione privilegiato su tutta la nostra salute e gli interventi odontoiatrici possono avere riflessi positivi non solo sulla bocca ma sull’intero organismo, essendo la salute orale strettamente collegata a quella generale.

Già nel 1939, Weston Price, un medico dentista canadese, aveva intuito l’importanza della nutrizione per la salute orale. Studiando le diete delle tribù indigene, Price notò come un’alimentazione ricca di vitamine liposolubili e nutrienti fosse fondamentale per mantenere una buona salute di bocca, denti e gengive, nonché per prevenire malattie cronico-degenerative.

Oggi nutraceutica sta diventando sempre più importante anche in odontoiatria. Integratori e una dieta bilanciata possono offrire benefici antinfiammatori, sostenere il metabolismo delle ossa e la salute del tessuto connettivo, diventando alleati preziosi nella lotta contro malattie orali e migliorando la salute generale.

La tua dieta non solo influisce sul tuo peso e sulla tua salute generale ma ha un impatto diretto sulla tua salute orale. La nutrizione si conferma come uno dei pilastri fondamentali non solo per combattere le malattie croniche ma anche per garantire un sorriso sano e brillante.

Chiedi al tuo dentista di nutrire il tuo sorriso.

Nell’affascinante complessità del corpo umano, esiste un equilibrio delicato tra il microbiota (che include tutti i microorganismi amici e non) e le mucose, le nostre prime linee di difesa. Al centro di questa relazione dinamica c’è un fattore spesso sottovalutato: la vitamina D. Non si limita solo a tenere in salute le nostre ossa; gioca un ruolo cruciale nel mantenere l’equilibrio tra il nostro microbiota e le mucose, influenzando direttamente la forza del nostro sistema immunitario.

La vitamina D è fondamentale per garantire che le nostre mucose funzionino al meglio, agendo come una barriera impenetrabile contro gli invasori indesiderati e modulando la risposta del nostro sistema immunitario. Quando i livelli di vitamina D non sono ottimali, questa barriera può indebolirsi, lasciando passare sostanze e microorganismi che possono scatenare infiammazioni anche diffuse e una serie di problemi di salute.

La ricerca ha portato alla luce che, aumentando l’espressione del recettore della vitamina D nelle mucose, si possono ottenere benefici incredibili, come una maggiore resistenza a condizioni infiammatorie e un rafforzamento delle giunzioni che mantengono unite le cellule delle mucose, a garanzia di una solida tenuta della barriera tra esterno ed interno.

Ma c’è di più: la vitamina D ha il potere di influenzare chi si stabilisce nel nostro microbiota determinandone la composizione. Ricerche hanno dimostrato che può migliorare la capacità del nostro sistema immunitario di fare “ordine”, eliminando gli ospiti indesiderati come l’Escherichia coli e promuovendo un ambiente in cui solo i microorganismi benefici prosperano.

Inoltre, il microbiota stesso gioca un ruolo nel modo in cui il nostro corpo gestisce la vitamina D. Questa interazione bidirezionale significa che un microbiota sano può aiutare a ottimizzare i livelli di vitamina D, mentre la vitamina D, a sua volta, contribuisce a mantenere un microbiota equilibrato, creando un ciclo virtuoso di salute e benessere.

Recentemente si è fatta luce su come il microbiota influenzi il metabolismo della vitamina D: principalmente attraverso l’azione del Fibroblast Growth Factor 23 (FGF-23), una molecola che ha visto un crescente interesse per il suo ruolo nelle relazioni tra l’asse rene-intestino-tessuto osseo. In particolare, si è scoperto che soggetti privi di microbiota intestinale presentano livelli ridotti di vitamina D e livelli elevati di FGF-23; tuttavia, la reintroduzione di batteri nel loro sistema porta a una normalizzazione dei livelli di FGF-23 e dei metaboliti della vitamina D.

La vitamina D emerge, quindi, non solo come un nutriente essenziale ma come un attore chiave nell’orchestrare l’equilibrio tra il nostro corpo, il suo microbiota e le mucose. Capire questo ruolo apre nuove strade nella prevenzione e nel trattamento di molteplici malattie, evidenziando quanto sia interconnesso il mondo del nostro sistema immunitario con il microbiota e il metabolismo della vitamina D.

Bibliografia

(1) Vieira, P.; Camara, N.O.S.; et al. Gut microbiota is a key modulator of insulin resistance in TLR 2 knockout mice. PLoS Biol. 2011, 9. Caricilli, A.M., et al.

(2) Killing of escherichia coli by Crohn’s disease monocyte-derived macrophages and its enhancement by hydroxychloroquine and vitamin D. Inflamm. Bowel Dis. 2015, 21, 1499–1510. Flanagan, P.K., et al.

(3) 1,25-Dihydroxyvitamin D protects intestinal epithelial barrier by regulating the myosin light chain kinase signaling pathway Inflamm. Bowel Dis. 2015, 21, 2495–2506. Du, J., et al.

(4) The gut microbiota regulates endocrine vitamin D metabolism through fibroblast growth factor 23. Front Immunol. 2018, 9. Bora, S.A., et al.

Un Viaggio tra Batteri, Infiammazione e Nutrizione

Hai mai pensato a quanto la tua salute della bocca possa influenzare il resto del corpo? Una volta, negli anni ’20, alcuni scienziati avevano ipotizzato la  teoria secondo la quale diverse malattie sistemiche potevano partire da problemi ai denti e alle gengive. Questa idea è stata un po’ messa da parte, ma eccoci qui nel XXI secolo, e indovinate un po’? La connessione tra bocca e corpo è tornata di moda!

Oggi sappiamo che in bocca ci sono almeno due imputati in grado di influenzare la nostra salute generale: i problemi legati ai batteri e gli effetti di una masticazione non proprio al top. E sì, le malattie delle gengive, come la parodontite, sembrano avere un legame stretto con rogne come il diabete di tipo 2 e le malattie del cuore. Pensate un po’, quasi la metà degli adulti oltre i 35 anni e più del 60% di quelli oltre i 65 soffrono di parodontite. E non finisce qui: c’è chi dice che ci sia un nesso anche con l’artrite, cancro e con gravidanze problematiche.

Ma come fa una malattia delle gengive a mettere i bastoni tra le ruote al resto del corpo? Semplice: i batteri e le sostanze infiammatorie che si formano in bocca non stanno lì fermi, ma viaggiano attraverso il sangue, diffondendo infiammazione e guai in giro per l’organismo. Risultato? Se hai problemi seri alle gengive, potresti ritrovarti con valori di infiammazione alle stelle, che è tutto tranne che una buona notizia per il tuo cuore o per il controllo del diabete.

E poi c’è il microbioma orale, quel fantastico mondo di batteri, funghi e virus che vivono in bocca in perfetto equilibrio, finché qualcosa non va storto. Se questo equilibrio si rompe, ecco che arrivano carie e parodontite, pronte a complicare la situazione non solo in bocca ma in tutto il corpo, collegandosi persino al rischio di sviluppare il cancro.

Non dimentichiamoci della masticazione, eh! Se non mastichi bene, finisci per cambiare le tue abitudini alimentari, magari mangiando cibi meno nutrienti, e questo può portare a una serie di problemi di salute, specialmente se sei un po’ avanti con gli anni.

Quindi, il messaggio è chiaro: prendersi cura della propria bocca è fondamentale non solo per sfoggiare un sorriso smagliante ma per mantenere in forma tutto il corpo. E nella lotta per un benessere a 360 gradi, non si può ignorare l’importanza di una buona alimentazione, che gioca un ruolo chiave sia nella prevenzione che nella gestione dell’infiammazione, sia locale che sistemica. Insomma, mangiare bene aiuta a tenere a bada i batteri cattivi e a sostenere il nostro corpo nella lotta contro le infiammazioni e le malattie. Chi l’avrebbe mai detto che la strada per stare bene passasse anche dalla bocca?