Tag Archivio per: Vitamina K

Negli anni ’30, un biochimico danese di nome Henrick Dam stava facendo esperimenti sul colesterolo con delle galline e ha finito per imbattersi in qualcosa di totalmente inaspettato. Mentre cercava di capire gli effetti delle diete low-fat, si accorse che le sue galline iniziavano a soffrire di emorragie interne senza motivo apparente. Poi, come per magia, bastava aggiungere un po’ di verdure a foglia larga o fegato alla loro dieta e puff! Le emorragie sparivano. Dam aveva appena scoperto il “fattore K”, un nutriente essenziale per la coagulazione del sangue.

Contemporaneamente, dall’altra parte dell’oceano, il dottor Weston Price, un dentista con la passione per la nutrizione, indagava su un enigmatico fattore liposolubile che sembrava fare miracoli per la salute dentale e prevenire la carie. Dopo molte ricerche, scoprì che questo fattore  era quello che noi oggi chiamiamo vitamina K2, super concentrata nei prodotti di animali che pascolano liberi nei prati, nelle frattaglie e in alcuni alimenti fermentati come il natto giapponese.

Mentre la vitamina K1 è coinvolta nella fotosintesi nelle piante e aiuta il nostro sangue a coagularsi, la K2 può essere considerata come l’architetto delle nostre ossa e il protettore dei nostri sorrisi, lavorando dietro le quinte per assicurarci un fisico forte e denti sani.

In poche parole, la scoperta quasi per caso della vitamina K da parte di Dam e le ricerche di Price hanno aperto un mondo di possibilità sulla comprensione di come i nutrienti influenzano la nostra salute in modi che nemmeno immaginavamo.


La nostra salute orale è fondamentale per il benessere generale, e sempre più persone stanno esplorando nuovi modi per mantenere bocca, denti e gengive in ottime condizioni. Una recente revisione sistematica ha focalizzato l’attenzione sugli integratori alimentari, esaminandone il ruolo nella promozione della salute orale negli adulti.

Seguendo le linee guida PRISMA, la revisione ha analizzato quattro studi che esploravano l’effetto degli integratori nutrizionali orali sulla salute orale. I risultati hanno dimostrato che gli integratori alimentari, se assunti nelle dosi raccomandate, possono avere un impatto positivo sulla nostra salute orale.

Gli studi inclusi hanno esaminato una serie di nutrienti, tra cui vitamine A, B, C, D, E e K, oltre a calcio, zinco e acido folico, e la loro correlazione con diversi indicatori di salute orale. È emerso che l’uso regolare di questi integratori è associato a una riduzione della placca, della profondità di sondaggio e dell’infiammazione gengivale, nonché a un miglioramento della guarigione parodontale.

Tuttavia, mentre questi risultati sono promettenti, la revisione ha sottolineato la necessità di ulteriori studi per esplorare in modo più approfondito gli effetti degli integratori nutrizionali sulla salute orale, soprattutto per quanto riguarda la guarigione parodontale.

In conclusione, questa revisione evidenzia i potenziali benefici degli integratori alimentari nel mantenimento della salute orale negli adulti. Rafforza l’importanza di considerare l’integrazione nutrizionale come parte integrante di una routine di igiene orale completa e sottolinea la necessità di ulteriori ricerche per comprendere appieno il loro impatto e le loro potenziali applicazioni nel campo della salute orale

Bibliografia

Shodhan Shetty A, Shenoy R, Dasson Bajaj P, Rao A, Ks A, Pai M, Br A, Jodalli P. Role of nutritional supplements on oral health in adults – A systematic review. F1000Res. 2023 May 15;12:492. doi: 10.12688/f1000research.134299.1. PMID: 37359787; PMCID: PMC10285321.